Spettacolo teatrale Molto rumore per nulla a sostegno di AIDO

da | 26 Gen, 2014

Spettacolo teatrale MOLTO RUMORE PER NULLA a sostegno di AIDO – Associazione Italiana Donatori Organi che si terrà a Borgomanero presso Teatro Cinema Nuovo Venerdì 14 Marzo 2014 alle ore 21,00

DONA GLI ORGANI, IL TRAPIANTO È VITA

Informarsi per scegliere

PERCHÉ ‘DONARE I PROPRI ORGANI, TESSUTI E CELLULE?

La possibilità di trapiantare organi e tessuti prelevati da una persona deceduta ad un’altra che ha la necessità di essere curata è una grande opportunità: attraverso il trapianto è possibile salvare e migliorare la qualità di vita di molti pazienti.

QUALI ORGANI E TESSUTI POSSONO ESSERE DONATI?

ORGANI: cuore, reni, fegato, polmoni, pancreas e intestino.
TESSUTI: cornee, cute, ossa, tendini, cartilagine, valvole cardiache, vasi sanguigni e cellule.

QUANDO AVVIENE LA DONAZIONE?

Solo quando, pur avendo fatto tutto per salvare il paziente, si constata che il cervello non funziona più e non potrà mai più funzionare a causa della completa distruzione delle cellule cerebrali; quando cioè sia stata accertata la morte cerebrale, o morte encefalica, che è una condizione definitiva ed irreversibile ed equivale alla morte del soggetto.

CHE DIFFERENZA C’È TRA MORTE CEREBRALE E COMA?

Esiste una enorme differenza. Nella morte cerebrale tutte le cellule del cervello sono morte. ll coma, invece, è una situazione di gravità variabile in cui il paziente è vivo anche se la coscienza non è presente.

Dal coma è possibile svegliarsi, mentre la morte è una diagnosi certa, Nella morte cerebrale tre specialisti (un medico legale, un rianimatore e un neurologo) eseguono una serie di accertamenti clinici, per un periodo la cui durata è di almeno 6 ore consecutive, per stabilire la contemporanea assenza di:

– riflessi che partono direttamente dai cervello – respiro spontaneo
– stato di coscienza
– qualsiasi attività del cervello.

IN UNA PERSONA MORTA IL CUORE PUÒ BATTERE ANCORA?

Si. La morte di una persona è determinata esclusivamente dalla morte del cervello, indipendentemente dalle funzioni residue di qualsiasi organo.

Nel caso di morte cerebrale, se si mantiene una respirazione artificiale, il cuore può battere per alcune ore. La donazione è possibile solo in questi casi.

COME FANNO I MEDICI A STABILIRE CON ASSOLUTA CERTEZZA CHE UNA PERSONA È MORTA?

La morte è causata dalla totale assenza delle funzioni cerebrali dipendenti da un prolungato arresto della circolazione per almeno 20 minuti o da una gravissima lesione che ha colpito direttamente il cervello.

FINO A CHE ETÀ SI POSSONO DONARE ORGANI E TESSUTI?

Non esistono limiti di età: le cornee e il fegato vengono prelevati anche da donatori di età superiore ad B0 anni ed i trapianti danno ottimi risultati.

ATTRAVERSO ORGANI E TESSUTI POSSONO ESSERE TRASMESSE GRAVI MALATTIE?

No, ogni potenziale donatore viene sottoposto ad accurati accertamenti che garantiscono ampi margini di sicurezza.

COME VIVONO I TRAPIANTATI?

Grazie al trapianto possono riprendere la loro vita normale: lavorano, viaggiano, fanno sport, possono avere figli.

I casi di rigetto sono sempre più rari e ben controllati dalla terapia farmacologica.

LE CONFESSIONI RELIGIOSE SONO FAVOREVOLI AL PRELIEVO DEGLI ORGANI?

Tutte le confessioni religiose sono favorevoli alla donazione degli organi, la sostengono e la incoraggiano sia per il suo valore etico, sia perché i trapianti servono alla vita.

PERCHÉ IO DOVREI DONARE?

Spesso evitiamo questa domanda, ritenendo che il trapianto sia estraneo alla nostra vita. Tuttavia ognuno di noi può ritrovarsi nella necessità di essere curato con un trapianto e le probabilità di averne bisogno sono circa quattro volte superiori a quelle di diventare un potenziale donatore.

QUAL È L’ASPETTO DELLA SALMA DOPO LA DONAZIONE?

Gli organi sono prelevati nel più grande rispetto della salma, il corpo non appare deturpato o mutilato e, dopo la donazione, si presenta uguale a quello di qualsiasi defunto che abbia subito un intervento chirurgico.

ll prelievo delle cornee non comporta l’asportazione del bulbo oculare e l’intervento è simile a quello della cataratta, che non lascia trasparire alcun segno di incisione.

È POSSIBILE DECIDERE A CHI VERRANNO TRAPIANTATI I PROPRI ORGANI DOPO LA MORTE?

No. Gli organi vengono assegnati ai pazienti in lista d’attesa in base alle condizioni di urgenza ed alla compatibilità clinica ed immunologica dei donatore con le persone in attesa di trapianto.

I PAZIENTI PAGANO PER RICEVERE UN ORGANO?

No: Il commercio di organi è un’attività illecita, un atto criminale, che viene perseguito penalmente.

La donazione è sempre gratuita e anonima.
I costi del trapianto sono a carico del Servizio Sanitario Nazionale.

Associazione Italiana Donatori Organi.

Sezione Provinciale di Novara Corso Cavour, 1 5 – Tel / Fax 0321 -640026 Gruppo Comunale di Borgomanero Via Mons. Cavigioli, 5, Tel. 0322 99203 – 345 2836238

Ultimi Eventi

IL CUORE tra simbologia e patologia

Quando: 18 Giugno 2022 Ora: 08:30 Luogo: Centro di Spiritualità “Maria Candida”, Viale Cadorna, 19, 28011 Armeno, NO Italia Indicazioni stradali: Qui Dettagli Evento: Mosaico ONLUS organizza a Armeno presso Centro di Spiritualità “Maria Candida” un incontro sul tema:...

leggi tutto

Ultime Notizie

Perché Il Nuovo Mosaico?

Uno sguardo al domani


“ilnuovomosaico” è la versione recente e moderna di quel “mosaico onlus” che c’era una volta e che fu fondata nel 2008 da Mario Sgro: “il Prof.” per dare un orientamento a chi aveva una malattia propria o di un proprio familiare.

L’obiettivo del nuovo mosaico e la “salute”: come mantenerla, come proteggerla.


Visualizza la Brochure Qui

You have Successfully Subscribed!